CBD , canapa , olio di CBD , THCV

Il livello di CBD nella cannabis: quali sono i suoi effetti?

Il livello di CBD nella cannabis: quali sono i suoi effetti?

La marijuana è una pianta che ha una grande influenza sulla nostra vita quotidiana. I suoi benefici sono conosciuti praticamente in tutti i settori industriali, dal tessile al farmaceutico e all’agricoltura. Uno degli ingredienti principali della canapa industriale è il CBD, a noi ben noto, che si trova nei fiori di questa pianta.

Gli oli di CBD sono prodotti estremamente popolari tra le persone che desiderano integrare cannabinoidi, terpeni o flavonoidi.

Molti coltivatori di canapa stanno cercando di aumentare il contenuto di CBD dei loro raccolti in modo che il prodotto finale possa beneficiare della massima qualità e concentrazione di questo cannabinoide.

In questo articolo risponderemo alla domanda su quali fattori influenzano il livello di CBD nelle piante di canapa e come aumentarlo.

Il livello di CBD: genetica della pianta

Le infiorescenze di canapa si dividono in maschili e femminili. Molti studi hanno dimostrato che i fiori femminili hanno i livelli più alti di CBD , mentre i fiori maschili rilasciano polline, impollinando così i fiori femminili e possono ridurre significativamente la produzione di cannabidiolo.

Di conseguenza, i coltivatori di canapa scelgono varietà monoparentali per le loro colture perché, nel caso di varietà biparentali, sarebbe necessaria la selezione dei fiori maschili, il che comporterebbe lavoro aggiuntivo per gli agricoltori.

La genetica della pianta è fondamentale e uno dei fattori più importanti che influenzano il livello di CBD . Esistono diverse varietà di canapa industriale destinate a scopi diversi, come i semi o la produzione di infiorescenze per l'estrazione, cioè la fabbricazione di oli di CBD . Quindi, all’inizio della coltivazione, i coltivatori cercano le varietà di canapa con il più alto contenuto di cannabidiolo.

Tuttavia, è importante ricordare che nella canapa industriale il livello di CBD è generalmente strettamente legato al livello psichedelico di THC.

In Francia la legislazione è chiara in merito: la coltivazione legale della canapa può avvenire solo se il livello di THC nella pianta non supera lo 0,2%. Sfortunatamente, ciò significa che, a causa di un livello così basso di THC, non possiamo contare su un livello più elevato di CBD, che generalmente è entro i limiti del 3-4%.

Tuttavia, è possibile influenzare la quantità di questo cannabidiolo attraverso diversi fattori.

Condizioni meteo

La Francia è una regione dove ogni anno si osservano fluttuazioni meteorologiche in termini di precipitazioni, temperatura e umidità dell'aria. Pertanto, le stagioni delle piante presentano differenze significative l'una dall'altra.

Le piante di canapa industriale crescono meglio in un clima temperato con una temperatura compresa tra 15 e 27 gradi Celsius e un'umidità dell'aria compresa tra il 60 e il 70%. L'umidità eccessiva o la siccità possono avere un impatto negativo sulla produzione di CBD.

Le variazioni di temperatura e le precipitazioni irregolari rendono difficile la stabilizzazione del CBD nelle piante. Questo è il motivo per cui molti agricoltori scelgono di coltivare la canapa sotto rifugi, dove le condizioni meteorologiche possono essere controllate molto meglio.

Il metodo di coltivazione

Anche un fattore apparentemente innocuo, come la scelta del metodo di coltivazione, può contribuire ad aumentare o, peggio ancora, a ridurre il livello di CBD nella pianta.

Numerosi studi hanno dimostrato che la fertilizzazione organica ha un effetto molto positivo sullo sviluppo dei cannabinoidi.

La fase di crescita e il momento del raccolto

La maggior quantità di prezioso CBD si trova nelle piante durante la fase di fioritura. In questo momento, i coltivatori dovrebbero essere molto attenti e controllare le loro piante per non perdere il momento ideale del raccolto.

La data del raccolto dovrebbe essere la fase immediatamente successiva alla fioritura dei fiori femminili, quando le ghiandole che circondano i fiori diventano di colore ambrato e l'odore delle piante è più intenso. Trascorso questo momento, il livello di CBD diminuisce in modo significativo, le piante appassiscono e la conseguente qualità dei prodotti CBD ottenuti dalla pianta viene notevolmente ridotta.

In NOVALOA ci assicuriamo che le recensioni dei nostri clienti sui nostri prodotti CBD siano le migliori possibili, motivo per cui facciamo tutto il possibile per garantire che la nostra offerta contenga i migliori oli CBD ottenuti da piante coltivate certificate.

Attraverso un processo di produzione controllato, dalla selezione del ceppo alla coltivazione fino al prodotto finale, garantiamo che i nostri prodotti CBD contengano uno spettro completo di fitocannabinoidi, terpenoidi e flavonoidi naturali.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con*